http://marketinglegale.it/images/studio-legale-avvocati.jpg

studio avvocato medico legale atto di citazione responsabilità medica

avvocato malasanità | danno errore medico

danno errore medico | intervento chirurgico | studio medico legale

Nel caso in cui nella struttura ospedaliera siano effettuate operazioni sul sistema di erogazione dei gas farmaceutici e di anestesia inerenti la sala operatoria, il dovere di controllare il giusto andamento del predetto sistema, allo scopo di assicurare la ripresa dell’azione chirurgica senza nessun rischio per gli ammalati in virtù dei lavori effettuati, grava, oltre che su chi ha la responsabilità tecnica amministrativa dell’azienda ospedaliera e sulle persone alle quali è stato assegnato il suddetto lavoro, sul primario dell’ospedale responsabile dell’unità di anestesia che deve, prima di concedere la ripresa dell’azione chirurgica, verificare, in maniera diretta o demandando un sanitario o un parasanitario, che l’erogazione si esplichi in maniera regolare. (Tipologia connessa a morte di paziente, a cui era stata applicata la somministrazione nella fase postoperatoria protossido di azoto invece di ossigeno, cagionato dal fatto che, durante i lavori effettuati precedentemente sul sistema di erogazione dei gas farmaceutici e di anestesia, erano stati scambiati i tubi di derivazione relativi alla sala operatoria con derivante inversione dei gas). (Cass. pen., sez. IV, 11 gennaio 1995, n. 4385)

danno errore medico | avvocato specializzato malasanità

La relazione di dipendenza tra due medici non potrebbe, difatti, in nessuna circostanza ritenersi così assoluta e obbligante da sostenere che il sottoposto, nel conformarsi a ordini del superiore che attuino comportamento colposo, non vi collabori a titolo volontario, e da dispensarlo di conseguenza da responsabilità per il fatto non voluto conseguente dal comportamento medesimo. (Cass. pen., sez. IV, 17 giugno 1959)

danni errori nel intervento chirurgico | responsabilità medica | colpa medica

Nell’ipotesi in cui il dirigente sanitario programmi, a livello preventivo, dei protocolli, dei procedimenti o delle linee-guida, è obbligo del sanitario comunicare allo stesso dirigente la scorrettezza o inopportunità che egli abbia probabilmente rilevato nella redazione o nelle forme di applicazione di siffatte disposizioni. (Cass. pen., sez. IV, 17 novembre 1999, n. 556).

danno errore medico | responsabilità medica | colpa medica

Nel caso in cui il primario non reclami a sé la situazione e l’operatore non (ne) approvi le decisioni (…) dovrà mostrare il proprio disaccordo, perché al contrario, potrà essere considerato colpevole del risultato negativo della prestazione terapeutica. (Cass. pen., sez. IV, 4 maggio 2001)

È esattamente giustificata la scelta della Commissione centrale per coloro che esercitano professioni mediche la quale ha sostenuto illecito il comportamento del sanitario che, pur non avendo un incarico apicale nell’azienda ospedaliera, abbia in maniera negligente tralasciato di effettuare immediatamente un’operazione obbligatoria, per nulla tenendo conto che il primario avesse affidato a sé quel paziente. (Cass. civ., sez. III, 27 febbraio 2004, n. 4013).

intervento chirurgico | responsabilità medica | colpa medica

La struttura sanitaria risponde a livello contrattuale per i danneggiamenti patiti da un malato ma a causa della non diligente attuazione del trattamento medico da parte di un sanitario subordinato ad esso. (Cass. civ., sez. III, 28 maggio 2004, n. 10297)

studio medico legale

La struttura sanitaria, responsabile di una prestazione pubblica medica, risponde a livello contrattuale per i danneggiamenti patiti da un soggetto privato a causa della non diligente attuazione del trattamento sanitario da parte di un medico alle sue dipendenze;

hai sofferto un danno da errore medico o malasanità e vuoi il giusto risarcimento dei danni? contatta la nostra equipe formata da avvocati,  medici legali ed specialisti in errori nei interventi chirurgici, risarcimento danni da errori farmacologici, errori medici gravi come causa di morte, mancata chance di guarigione e invalidità, malasanita,  risarcimento danno estetico da errato intervento chirurgico o chirurgia plastica (danno all' immagine), morte del paziente, colpa medica, comportamento doloso del medico, errore medico in pronto soccorso, diritti del malato e vittime di errori medici, malasanità, trasfusione sbagliata, ritardo diagnosi errata cancro, tumori, mesotelioma, lesioni e morte del neonato amniocentesi, danni e morte del feto e madre in parto cesareo, vieni a trovarci nella tua città, le nostre sedi sono a Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Catania, Venezia, Verona, Messina, Padova, Trieste, Brescia, Taranto, Prato, Parma, Reggio Calabria, Modena, Reggio Emilia, Perugia, Livorno, Ravenna, Cagliari, Foggia, Rimini, Salerno, Ferrara, Sassari, Siracusa, Pescara, Monza, Latina, Bergamo, Forlì, Giugliano in Campania, Trento, Vicenza, Terni, Novara, Bolzano, Piacenza, Ancona, Arezzo, Andria, Udine, Cesena, Lecce.