http://marketinglegale.it/images/studio-legale-avvocati.jpg

studio avvocato medico legale atto di citazione responsabilitĂ  medica

avvocato malasanitĂ  | danno errore medico

responsabilitĂ  del medico | consenso informato | danno errore medico

L’obbligo probatorio dell’inosservanza dell’obbligo di avviso da parte dello specialista (consenso informato) grava sull’utente che proceda in via giudiziale per avere la dichiarazione di implicazione dello specialista (Trib. Napoli, 12 ottobre 2001, in Giur. napoletana, 2002, 36).

Soltanto se ricorrono circostanze totalmente inconsuete e improvvise riguardo all’operazione realizzata avrebbe potuto configurarsi l’inconsistenza del servizio o meno del consenso; in tutte le altre ipotesi è compito del debitore (ovvero dell’ente ospedaliero) l’obbligo di provare l’osservanza dell’onere di avviso del medico. (Trib. Terni, 26 giugno 2002, in Rass. giur. umbra, 2002, 536).

L’attestazione del verificarsi di una specie di ammissione di responsabilità del medico, con relativo obbligo dello specialista di provare che il servizio era stato prestato adeguatamente e l’effetto negativo non sia al medesimo ascrivibile, vale con unico legame con la responsabilità negoziale ex art. 2230, 2236 c.c. e ai casi di episodi dannosi derivanti dalla realizzazione di operazione chirurgica o dalla prassi di una cura sanitaria e non è applicabile ai differenti casi in cui l’episodio lesivo sia, al contrario, riportato dall’utente ad una mancanza del medico riguardante il fallito avviamento di accertamenti e analisi di medicina precauzionale, incombendo in questa ipotesi sulla parte lesa, oltre alla verifica del pregiudizio e del legame causale, più decisamente l’obbligo di provare che nell’oggetto del servizio obbligatorio fossero inclusi i provvedimenti cautelativi in dettaglio non avviata, tanto dal manifestarsi dell’inosservanza negoziale. (Trib. Padova, 10 febbraio 2004)

L’attestazione della configurazione di una specie di supposizione di responsabilità del medico, con relativo obbligo dello specialista di provare che il servizio era stato fornito adeguatamente e l’effetto sfavorevole non sia al medesimo attribuibile, vale soltanto riguardo alla responsabilità negoziale ex art. 2230, 2236 c.c. e ai casi di episodi dannosi derivanti dalla realizzazione di operazione di chirurgia o dalla prassi di una cura sanitaria e non è applicabile ai differenti casi in cui l’episodio lesivo sia, al contrario, riportato dall’utente a una mancanza del medico riguardante la non avvenuta realizzazione di accertamenti e analisi di medicina precauzionale, incombendo in questo caso sulla parte lesa, oltre alla verifica del pregiudizio e del legame causale, più decisamente l’obbligo di provare che nell’oggetto del servizio obbligatorio fossero inclusi i provvedimenti cautelativi in dettaglio non avviata, tanto dal manifestarsi dell’inosservanza negoziale. (Trib. Padova, 10 febbraio 2004)

hai sofferto un danno da errore medico o malasanitĂ  e vuoi il giusto risarcimento dei danni? contatta la nostra equipe formata da avvocati,  medici legali ed specialisti in errori nei interventi chirurgici, risarcimento danni da errori farmacologici, errori medici gravi come causa di morte, mancata chance di guarigione e invaliditĂ , malasanita,  risarcimento danno estetico da errato intervento chirurgico o chirurgia plastica (danno all' immagine), morte del paziente, colpa medica, comportamento doloso del medico, errore medico in pronto soccorso, diritti del malato e vittime di errori medici, malasanitĂ , trasfusione sbagliata, ritardo diagnosi errata cancro, tumori, mesotelioma, lesioni e morte del neonato amniocentesi, danni e morte del feto e madre in parto cesareo, vieni a trovarci nella tua cittĂ , le nostre sedi sono a Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Catania, Venezia, Verona, Messina, Padova, Trieste, Brescia, Taranto, Prato, Parma, Reggio Calabria, Modena, Reggio Emilia, Perugia, Livorno, Ravenna, Cagliari, Foggia, Rimini, Salerno, Ferrara, Sassari, Siracusa, Pescara, Monza, Latina, Bergamo, Forlì, Giugliano in Campania, Trento, Vicenza, Terni, Novara, Bolzano, Piacenza, Ancona, Arezzo, Andria, Udine, Cesena, Lecce.