http://marketinglegale.it/images/studio-legale-avvocati.jpg

Tag:studio avvocato medico legale atto di citazione responsabilitĂ  medica

Powered by Tags for Joomla

avvocato malasanitĂ  | danno errore medico

avvocato errore medico | chirurgia estetica | danno estetico

Nella relazione tra cliente e chirurgo estetico l’obbligo di avviso, oltre all’indicazione degli eventuali pericoli dell’intervento suggerito, riguarda anche il raggiungimento o meno del perfezionamento estetico conseguito dal paziente in rapporto ai bisogni della sua vita lavorativa e sociale.

danno errore medico chirurgo estetico

(Nel caso particolare, la S.C. ha affermato che l’obbligo di avviso del medico riguardo a una paziente ballerina di professione spogliarellista, che ha affrontato un’operazione di chirurgia plastica del seno, non fosse stato rispettato, per l’effetto cicatriziale, tramite l’esposizione di alcune foto riguardanti operazioni dello stesso tipo. (Cass. civ., sez. II, 8 agosto 1985, n. 4394).

risarcimento danni intervento di chirurgia estetica

L’assenza del consenso (efficacemente “informato”) del paziente o la sua infermità per altri motivi genera la volontarietà della terapia medico chirurgica e, la sua importanza sul piano penale, poiché effettuata infrangendo la sfera individuale del paziente e il suo diritto di scegliere se acconsentire a operazioni particolari sul proprio organismo.

I casi di reato manifestabili possono avere natura di dolo: art. 610 – 613 – 605 c.p. nell’ipotesi della terapia di tipo non chirurgico; o, art. 582 c.p. nell’ipotesi di intervento chirurgico: di fatto, il reato di danni individuali si configura a livello obiettivo, perché qualsiasi operazione di chirurgia, anche se realizzata con finalità di terapia e con risultati “positivi”, comporta obbligatoriamente l’esecuzione di azioni che nella loro concretezza esprimono il profilo obiettivo di questo illecito, danneggiando il benessere fisico del paziente. (Cass. pen., sez. IV, 11 luglio 2001, n. 1572)

Se é lo stesso utente a fare richiesta per un’operazione di chirurgia, per suo carattere difficile ed eseguito in squadra, la supposizione di un indiretto consenso a tutti gli interventi preliminari e seguenti collegati all’operazione centrale, non esonera il personale sanitario che opera dall’obbligo di avvisarlo anche su questi stadi di intervento (nel caso concreto in rapporto alle differenti tecniche di anestesia impiegabili, alle loro regole esecutive e il loro livello di pericolo), così che la decisione operativa del medico si verifichi in seguito a un’idonea notificazione e con il consenso particolare del paziente. (Cass. civ., sez. III, 15 gennaio 1997, n. 364).

hai sofferto un danno da errore medico o malasanitĂ  e vuoi il giusto risarcimento dei danni? contatta la nostra equipe formata da avvocati,  medici legali ed specialisti in errori nei interventi chirurgici, risarcimento danni da errori farmacologici, errori medici gravi come causa di morte, mancata chance di guarigione e invaliditĂ , malasanita,  risarcimento danno estetico da errato intervento chirurgico o chirurgia plastica (danno all' immagine), morte del paziente, colpa medica, comportamento doloso del medico, errore medico in pronto soccorso, diritti del malato e vittime di errori medici, malasanitĂ , trasfusione sbagliata, ritardo diagnosi errata cancro, tumori, mesotelioma, lesioni e morte del neonato amniocentesi, danni e morte del feto e madre in parto cesareo, vieni a trovarci nella tua cittĂ , le nostre sedi sono a Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Catania, Venezia, Verona, Messina, Padova, Trieste, Brescia, Taranto, Prato, Parma, Reggio Calabria, Modena, Reggio Emilia, Perugia, Livorno, Ravenna, Cagliari, Foggia, Rimini, Salerno, Ferrara, Sassari, Siracusa, Pescara, Monza, Latina, Bergamo, Forlì, Giugliano in Campania, Trento, Vicenza, Terni, Novara, Bolzano, Piacenza, Ancona, Arezzo, Andria, Udine, Cesena, Lecce.